La musica può essere la ciliegina sulla torta dei contenuti

Il potere della musica sulle nostre emozioni e i nostri stati d’animo è praticamente innegabile. E se parliamo di video aziendali, campagne, spot pubblicitari o promozioni su YouTube, la scelta della musica giusta è fondamentale per dare vita ai contenuti.

Non sai da dove iniziare? Per ispirare la tua creatività, abbiamo raccolto alcuni dei nostri esempi preferiti di come la musica può arricchire un video, da spot che hanno vinto Clio Award ad esempi più modesti di video con motion graphics.

Promozione aziendale tramite video

”The Game Before the Game" è un video promozionale emozionante di Beats by Dr. Dre, che racconta il mondo del calcio da un diverso punto di vista e ha come protagonista il campione brasiliano Neymar Jr. La musica è il fulcro del video e le cuffie Beats sono ovunque, ma non vengono mai nominate. Se hai dubbi sul ruolo della musica nella narrazione, prova a guardare il video senza audio.

Lo spot, della durata di 5 minuti, è stato prodotto da R/GA (con audio di Inner Circle Sound ), è stato trasmesso durante la Coppa del mondo e ha vinto un Clio Award.

“Essendo un’azienda che si occupa di musica, Beats ha trasformato la pubblicità praticamente in un video musicale" ha commentato in una recensione la rivista Adweek. “I campioni si limitano a indossare le cuffie... e basta."

Pubblicità in 60 secondi

Per molti aspetti, “Your Land: See For Yourself", uno spot di 60 secondi di The North Face, è l’opposto di quello proposto da Beats. La colonna sonora dello spot è una versione rilassata del pezzo folk americano di Woody Guthrie “This Land Is Your Land".

Anche questo spot prodotto da Mekanism però, che ha vinto un Clio Award, perde di significato se guardato senza musica.

La campagna del brand The North Face è stata lanciata come parte di una promozione in collaborazione con l’U.S.Department of the Interior a supporto dell’iniziativa 21st Century Conservation Service Corps. L’azienda ha donato 250.000 dollari alla campagna e oltre metà dei proventi derivanti da ogni download della canzone.

“Lo scopo di The North Face era di andare oltre il concetto di brand adatto a chi ama l’avventura", spiega Mekanism sul proprio sito Web. “Grazie a una campagna a 360° e a uno spot TV, abbiamo ispirato le persone a uscire ed esplorare, sia nella giungla reale che in quella urbana".

Video esplicativi

Molto spesso, il modo più efficace per far arrivare il proprio messaggio è pubblicare un video esplicativo o una presentazione su lavagna. In entrambi i casi, la musica può trasformare un video normale in qualcosa di più.

Avresti mai pensato che una lavagna sarebbe stata efficace per promuovere cracker ai fagioli? È bastato combinare un’animazione simpatica con musica orecchiabile et voilà, ecco uno spot coinvolgente della durata di 30 secondi.

La musica però non deve essere l’unica protagonista. Ad esempio, in un recente spot per il servizio di fatturazione dell’energia solare, la PG&E (colosso energetico californiano) ha usato una musica di sottofondo discreta per attrarre l’attenzione verso il messaggio. La parola chiave qui è “discreta”.

Prodotto dalla IdeaRocket per l’agenzia Brainchild di San Francisco, lo spot della PG&E ha come sottofondo una persona che fischietta e il suono gradevole di una chitarra che contribuisce a catturare interesse e a dare ritmo.

William Gadea, direttore creativo di IdeaRocket, ha dichiarato che il motivo royalty-free “rappresenta perfettamente il mood giocoso e spensierato che l’azienda voleva esprimere".

Lavagna con animazione

Un altro esempio ci giunge dallo spot dello studio di animazione IdeaRocket di New York prodotto per l’agenzia di Toronto Grip Ltd. Si tratta di uno spot con animazioni su lavagna della durata di 30 secondi per pubblicizzare i cracker ai fagioli della Breton.

Avresti mai pensato che una lavagna sarebbe stata efficace per promuovere cracker ai fagioli? È bastato combinare un’animazione simpatica con musica orecchiabile et voilà, ecco uno spot coinvolgente della durata di 30 secondi. I contenuti audio royalty ­free dello spot provengono dall’azienda Shutterstock, PremiumBeat.

“Volevamo puntare sul concetto che i cracker fossero prodotti con amore e coscienza e la musica comunica davvero la sensazione di creare qualcosa", ha spiegato Gadea.

“Nell’ultimo decennio la collaborazione tra musicisti e pubblicitari è cambiata radicalmente", fa notare la rivista AdWeek. “Per iniziare, i brand non cercano più jingle orecchiabili, ma vere e proprie canzoni che raccontino una storia, evochino ricordi e coinvolgano in modo genuino i consumatori".

Scopri come possiamo aiutare il tuo team

I campi di colore rosso sono obbligatori o non validi

Grazie

Abbiamo ricevuto la tua richiesta. Uno dei nostri esperti ti contatterà presto.